domenica 10 settembre 2017

Ansia

Al telefono
"Libreria... Buongiorno sono Marino."
"Eh ce l'hai il libro di inglese?"
"Uno qualsiasi?"
"No il mio."
"Il tuo libro di inglese ha un titolo o un codice?"
"Non me lo ricordo."
"Come faccio a dirti se ho un libro di cui non ricordi nulla?"
Interviene la madre prendendo il telefono di mano al figlio.
"Ma guardi che noi lo abbiamo prenotato il libro!"
"Signora suo figlio non mi ha detto che avete prenotato il libro. Mi da, per favore, il numero della prenotazione?"
"Ah non ce l'ho mica con me!"
"Il cognome?"
Mi dice il cognome.
"Mi risulta che abbiate prenotato due libri di inglese non uno."
"Impossibile!"
"Forse c'è stato un errore allora, quale libro di inglese ha ordinato?"
"Non lo ricordo."
Le leggo i titoli.
"Ah tutti e due!"
...
"Pronto?"
"Sì signora quindi ha ordinato entrambi i libri?"
"Sì."
"Bene, non sono ancora arrivati."
"Non può chiamare il distributore e sentire perché non sono ancora arivati?"
"Oggi è sabato signora i distributori sono chiusi, ci risentiamo martedì, in ogni caso non abbiamo problemi su questi titoli quindi dovrebbero arrivare settimana prossima."
"Va bene, arrivederci."
Dopo nemmeno un minuto suona di nuovo il telefono:
"Libreria... buongiorno sono Marino."
"Sono la signora di prima, ma lei è sicuro che arrivino settimana prossima?"
"Signora ha prenotato i libri due giorni fa, di solito impiegano quattro o cinque giorni ad arrivare."
"Ma io ho lasciato un acconto."
"Si signora l'acconto verrà restituito quando verrà a ritirare i libri."
"E se non arrivano?"
"Arriveranno di certo."
"Ma se non arrivano?"
"Ovviamente le restituiremo l'acconto."
"Ah va bene arrivederci."
Dopo pochissimo suona nuovamente il telefono, questa volta è il figlio.
"Ma quando arrivano i libri potete avvisarci?"
ANSIAAAAAAAAAAAA! E pigliatelo uno Xanax tesoro!

4 commenti:

  1. pensa che io sogno di avere una libreria mia... poi leggo le cose che ti accadono coi clienti, e mi chiedo se non sia meglio darmi all'ippica.
    professionalmente.

    RispondiElimina
  2. Ci va un TIR, di Xanax, qui...

    RispondiElimina
  3. Ciao, ho lavorato in una biblioteca e mi sono capitati casi di questo genere con i libri prenotati che dovevano arrivare da altre biblioteche... ti capisco benissimo ;-)

    RispondiElimina
  4. La cosa più ironica che ho visto in libreria è stato un tizio che ogni tre per due era lì a chiedere notizie su un libro per la gestione dell'ansia! Ne aveva un disperato bisogno, quindi...

    RispondiElimina