martedì 31 ottobre 2017

Cose che potresti sentire in libreria (parte prima):



“Umberto Eco era un gran Mona”
“Dovrebbero fare un libro unico con tutti i quadri dei pittori del mondo” (e poi servirebbe un palazzo per contenerlo immagino)
“Ma a me poi leggere non mi piace mica tanto.” (E allora che sei entrato a fare?)
“Ah senti che bel calduccio, stiamo qui un po’ così non dobbiamo andare al bar a spendere dei soldi” (Grazie per aver risposto alla mia domanda sopra).
“Questo è il libro di quella, dai quella che ha scritto quel libro così famoso che poi hanno anche fatto un film che ha vinto qualche premio.” (Ah quella, certo, e chi se la dimentica)
“Certo che oltre i libri potrebbero vendere anche altre cose, come si fa al supermercato” (Non ti bastano quelli che ci sono?)
“Voi vendete libri?” (No, aspirapolveri)

2 commenti:

  1. ...unisci il pollice e l'indice ed inizia...
    OMMMMMMMMMMM

    RispondiElimina
  2. Suvvia, fate come gli uffici postali: il francobollo costa una sassata mostruosa, la posta arriva dopo mille anni (se arriva: perfino le raccomandate si smarriscono nei meandri), però, ah sì, però fanno grande bissiniss (!) a vendere pentole!

    RispondiElimina